SiteLock

Archivi categoria : Fiere

MIPEL 112, 17/20 settembre, Fieramilano-Rho, Milano

Arte e creatività hanno dato il via alla nuova edizione di Mipel

Dal 17 al 20 settembre si è svolto l’evento internazionale più importante dedicato alla pelletteria e all’accessorio moda. Un’edizione speciale che, in occasione del 30esimo anniversario della scomparsa di Andy Warhol, rende omaggio al maestro della Pop Art.
Sono ispirati ai colori e alle geometrie delle opere di Andy Warhol gli allestimenti degli spazi all’interno del Padiglione 10, presso il Quartiere Espositivo Fieramilano-Rho, che hanno ospitato le nuove collezioni P/E 18 di oltre 300 brand di tutto il mondo in occasione della prossima edizione della fiera organizzata da AIMPES Servizi.
Guest star internazionale Vivienne Westwood che, attraverso due installazioni allestite nella prestigiosa area Glammy Boulevard, ha presentato due dei suoi progetti dedicati agli accessori.
Mipel in città, il fuorisalone della Fiera, ha dedicato inoltre all’estro e al genio di Warhol un’importante mostra Andy Warhol da New York alle Stelline. Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola realizzata con la Fondazione Stelline, nella sua sede in corso Magenta 61, con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Milano ed il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e ICE-Agenzia.
Dedicato all’artista di Pittsburgh anche lo speciale contest Mipel incontra Warhol”, che invita i brand espositori a realizzare una borsa ispirata al genio della Pop Art. I 20 migliori modelli sono stati esposti il 18 settembre presso la Fondazione Stelline, nell’ambito della mostra. La sera del vernissage sono state premiate le 3 borse vincitrici.
Forte del successo di buyer e visitatori registrati nell’ultima edizione (oltre 10.000, + 6,6% sull’edizione precedente), la manifestazione punta anche per la prossima edizione ad una forte offerta qualitativa e ad importanti collaborazioni, tra le quali quelle con Camera della Moda Italiana e Camera Italiana Buyer Moda, oltre a prestigiosi progetti di internazionalizzazione realizzati anche grazie al contributo di ICE-Agenzia e del Ministero dello Sviluppo Economico.
Sulla scia del successo delle scorse edizioni, ritroveremo confermate le due aree THE GLAMOUROUS e SCENARIO.

THE GLAMOUROUS, progetto patrocinato da Camera Italiana Buyer Moda, rappresenta un innovativo punto di congiunzione tra top buyer italiani e stilisti emergenti. Anche per la prossima edizione quattro buyer d’eccellenza italiani “adotteranno” quattro designer di tendenza, dando visibilità alle loro collezioni sia nello spazio dell’area dedicata in fiera, sia nelle vetrine dei propri store. I nomi dei prestigiosi shops partecipanti al progetto sono: Dell’Oglio Palermo 1980 di Mario dell’Oglio ha presentato Majo; Luisa di Giovanni Venturini: Corti Milano; Nugnes 1920 di Giuseppe Nugnes: Imemoi e Spinnaker di Claudio Betti: Arnoldo Battois.

SCENARIO costituisce il palcoscenico più alternativo del salone, un focus sui new brand e sulle realtà più di ricerca del panorama accessori. In un settore di SCENARIO viene consolidata la collaborazione con Camera Nazionale della Moda Italiana promuovendo l’incontro tra creatività italiana e mercati esteri con il coinvolgimento di 4 buyer internazionali chiamati a sponsorizzare i più interessanti nuovi designer italiani: HP France di Tokyo che ha presentato Maria Lamanna; Galeries Lafayette Dubai: Manurina; Lotte.com: Ninael e Metrocity: Annalisa Caricato, questi ultimi due entrambi coreani.
Di particolare interesse l’iniziativa MIPEL in CITTÀ, progetto che “apre” le porte di Mipel al pubblico con iniziative dall’elevata offerta culturale e che questa edizione regala alla città una straordinaria mostra dedicata ad Andy Warhol, in programma dal 18 settembre al 29 ottobre presso la Fondazione Stelline in corso Magenta 61.
Mipel 112: un’edizione che nasce sotto il segno di grandi sinergie di settore e che si propone di continuare con successo il costante percorso di ricerca e innovazione intrapresi da Riccardo Braccialini, Presidente AIMPES e Roberto Briccola, Presidente MIPEL.

Ufficio Stampa: Barbieri & Ridet -  barbieriridet@mipel.it  - Tel. +39 0258328232

ANDY WARHOL DA NEW YORK ALLE STELLINE
Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola

Dal 19 settembre al 29 ottobre, torna alla Fondazione Stelline la grande fotografia con una  mostra dei 20 celebri ritratti realizzati da Aurelio Amendola a Andy Warhol. Per l’occasione viene esposta la versione virata in magenta dell’opera “The Last Supper” del maestro della Pop Art.
La mostra è a cura di Walter Guadagnini, uno dei massimi critici ed esperti di fotografia e titolare della cattedra di Storia di Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Bologna, e di Alessandra Klimciuk, responsabile arte e cultura della Fondazione Stelline, dedicata ad Aurelio Amendola e al suo lavoro su Andy Warhol: Andy Warhol da New York alle Stelline. Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola, dal 19 settembre al 29 ottobre 2017, con cui la Fondazione Stelline vuole rendere omaggio al maestro della Pop Art a 30 anni dalla sua scomparsa, attraverso l’ormai celebre serie di 20 ritratti che Amendola, il grande fotografo dell’arte e degli artisti, ha realizzato a New York, nella Factory, in due sessioni, nel 1977 e nel 1986, e attraverso l’opera di Andy Warhol The Last Supper (1986), la cui versione virata in magenta, appartenente alle collezioni del Credito Valtellinese, è fulcro visivo e ideale della mostra.
The Last Supper è l’ultimo grande ciclo di Andy Warhol, quasi una sorta di testamento pittorico della figura più influente dell’arte della seconda metà del XX secolo. Quest’opera ha naturalmente un legame fortissimo con la città di Milano e con il Palazzo della Fondazione, realizzato da Warhol tra il 1985 e il 1987, pochi mesi prima della sua scomparsa, durante il suo soggiorno presso il Palazzo delle Stelline, proprio di fronte al Cenacolo Vinciano, da qui è partita non solo la suggestione iconografica, ma anche la stessa idea di commissionare al maestro americano un lavoro ispirato al capolavoro leonardesco. 
Il dipinto è particolarmente raro in quanto, oltre a essere una delle ultime opere di Warhol, quella esposta è l’unica versione esistente virata in color magenta, cromia scelta dall’artista in riferimento a Corso Magenta.
PierCarla Delpiano, presidente della Fondazione Stelline: "Sono molti i motivi che rendono la Fondazione Stelline la casa naturale di questo progetto, sottolinea. A partire dal fatto che qui a pochi passi si trovi l’opera d’arte di Leonardo da Vinci, cui Andy Warhol si è ispirato nella produzione di questo suo capolavoro, che è stato esposto proprio qui nel Refettorio trent’anni fa. Inoltre, il Credito Valtellinese, proprietario dell’opera, ha sede in questo bellissimo palazzo, così come la sede milanese di ICE – Agenzia, che ha contribuito alla realizzazione di questa mostra."
Per la scelta delle fotografie esposte sono state individuate queste celebri serie di scatti che da un lato evidenziano la capacità di Amendola di testimoniare lo scorrere dell’arte del nostro tempo attraverso i volti e i corpi dei suoi protagonisti, dall’altro coincidono con il momento di realizzazione di The Last Supper e delle sue infinite declinazioni.
Andy Warhol da New York alle Stelline. Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola è un concentrato della poetica di Warhol, che si manifesta in uno dei suoi capolavori estremi, e nel rapporto, per lui sempre centrale, con la macchina fotografica, strumento primario di assunzione del mondo e delle sue forme. Allo stesso modo, le due serie di Amendola testimoniano quanto la fotografia abbia giocato un ruolo centrale nell’affermazione di alcune figure del mondo artistico e come la forza della ritrattistica del maestro pistoiese abbia saputo raccontare tanto le opere quanto gli autori, in un legame indissolubile di vita e arte.
La mostra è accompagnata da un catalogo Skira ed è stata realizzata, con il patrocinio della Regione Lombardia e del Comune di Milano, grazie al contributo e al prezioso supporto dell’Associazione Pellettieri Italiani Aimpes in occasione dell’edizione 112 di Mipel, che quest’anno ha come tema la Pop Art e di cui Andy Warhol da New York alle Stelline. Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola è stato il fulcro di Mipel in città, il Fuorisalone della Fiera.
Proprio per questa edizione speciale, inoltre, è stato chiesto agli espositori di Mipel di realizzare una borsa sul tema: le 20 più significative sono esposte durante la mostra alla Fondazione Stelline e una prestigiosa giuria ha decretato i tre vincitori.


ANDY WARHOL DA NEW YORK ALLE STELLINE
Leonardo di Warhol | Warhol di Amendola
Dal 19 settembre al 29 ottobre 2017

Orari: martedì - domenica, h. 10.00-20.00 (chiuso il lunedì)
Ingresso: libero
Informazioni: fondazione@stelline.it - www.stelline.it
Ufficio Stampa: Studio BonnePresse - Gaia Grassi - M. +39.339.56.53.179 - Marianna Corte - M.+39.347.42.19.001

Fondazione Stelline
corso Magenta 61
20123 Milano
Tel. +39.02.45462.411


                                                            

Condividi su:

WOPART – Work on Paper Fair, dal 15 al 17 settembre 2017, Centro Esposizioni Lugano (CH)

Dal 15 al 17 settembre 2017 il Centro Esposizioni Lugano ospita la seconda edizione di WOPART - Work on Paper Art Fair, la fiera internazionale interamente dedicata alle opere d’arte su carta, diretta da Luigi Belluzzi.

75 gallerie provenienti da 14 paesi -  selezionate da un comitato scientifico presieduto da Giandomenico Di Marzio, giornalista, critico e curatore d’arte contemporanea e da Paolo Manazza, pittore e giornalista specializzato in economia dell’arte – presentano un ampio panorama di opere realizzate esclusivamente su supporto cartaceo: dal disegno antico (Raffaello Sanzio, Guercino, Salvator Rosa, Giuseppe Maria Crespi…) alla stampa moderna (Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Karel Appel, Asger Jorn…), dal libro d’artista (Enrico Baj, Giulio Paolini, Emilio Isgrò…) alla fotografia d’autore (Ai Wei Wei, Mario Cresci, Edward Quinn…), dall’acquerello (Pierre August Renoir, Fernand Leger, Francis Picabia, Giorgio Morandi…), alle stampe orientali fino alle carte di artisti moderni contemporanei (Gustav Klimt, Pablo Picasso, Bruno Munari, Joan Mirò, Carol Rama, Mario Merz, Joseph Kosut, Alex Katz, Francesco Clemente, Vito Acconci…), con uno sguardo trasversale su tecniche, linguaggi ed epoche. 

Dopo il successo della prima edizione, torna quindi un appuntamento importante per approfondire la conoscenza e il mercato delle opere d’arte su carta, nicchia che sta conquistando a livello globale un sempre maggior interesse da parte di addetti ai lavori, collezionisti e appassionati, per la relativa accessibilità dei prezzi (per esempio, nel 2016, solo per il contemporaneo più del 60% dei disegni venduti aveva un costo sotto i 5.000 $, portando sul mercato opere di artisti noti a una soglia molto più bassa delle loro normali quotazioni) e per l’ampiezza dell’offerta, legata alla crescente popolarità del medium della fotografia e alla rivalutazione della stampa d’arte. Proprio per dare strumenti e occasioni di approfondimento sul settore nelle sue varie sfaccettature e sui temi di maggiore attualità, WOPART offre un ricco programma di eventi collaterali, dentro e fuori dai padiglioni fieristici.

Nel calendario degli appuntamenti ospitati all’interno del Centro Esposizioni Lugano si segnalano i WOPART/TALK: conversazioni, interviste e lectio magistralis con artisti, critici e storici dell’arte, consulenti e specialisti di investimenti in arte, dagli artisti Paolo Canevari, Emilio Isgrò, Joseph Kosuth, ai collezionisti Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Massimo Prelz, agli studiosi come il neuroscienzato Edoardo Boncinelli e la filosofa Lina Bertola, per conoscere dalla viva voce dei protagonisti internazionali del mondo e del mercato dell’arte le loro esperienze e i loro percorsi e i loro studi. Anche quest’anno i WOPART/TALK saranno trasmessi in streaming sul sito della manifestazione (www.wopart.eu).
Integrano il progetto espositivo della fiera quattro focus espositivi, sempre all’interno dei padiglioni fieristici: la mostra fotografica 1930 – 1970: la fotografia d’avanguardia in Italia della collezione Prelz, a cura di Walter Guadagnini e di CAMERA, Centro Italiano per la Fotografia di Torino; la mostra I mille volti del kabuki, che presenta una raccolta di stampe ukiyo-e provenienti dal Museo delle Culture di Lugano; una mostra di opere su carta e libri d’artista, provenienti dalle collezioni del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato; e infine un’installazione dell’artista della cancellatura, Emilio Isgrò. Nelle settimane precedenti la fiera, in via Nassa a Lugano, tre installazioni di Container Lab anticiperanno l’edizione 2017 di WOPART.

GALLERIE
10 A.M. ART, Milano;
ABC Arte, Genova;
AICA | Andrea Ingenito Contemporary Art, Milano/Napoli/Capri;
AION, Lugano; ApalazzoGallery, Brescia; Apart, Misinto;
Art Bärtschi & Cie, Ginevra;
Artem – Reich, Stalden;
Artrust, Melano;
Atipografia, Misinto;
Bag Gallery, Parma/Pesaro;
Buchmann Galerie, Lugano;
Carte Scoperte, Milano;
Chambers Fine Art, NewYork;
Colophonarte, Belluno;
Creatini e Landriani, Sestri Levante;
De Primi Fine Art, Lugano;
Die Mauer, Prato;
[dip] Contemporary Art, Lugano;
Exclusive Luxury Group, Lugano;
Fine Art Consultancy, London / Tokyo;
Five Gallery, Lugano;
Forni, Bologna;
Galerie Andrea Caratsch, St. Moritz;
Galerie Carzaniga, Basel;
Galleria Allegra Ravizza, Lugano;
Galleria Bianconi, Milano;
Galleria Blanchaert, Milano;
Galleria Continua, San Gimignano/Beijing/Les Moulins/Habana;
Galleria del Laocoonte, Roma;
Galleria Immaginaria, Firenze;
Galleria SpazioFarini6, Milano;
Galleria Stefano Forni, Bologna;
Grossetti Arte, Milano;
Heillandi Gallery, Lugano;
Il Castello Gallery, Milano;
Imago Gallery, Lugano;
Karma International, Zurigo;
L.C. Gallery, Ibiza;
Laura Bulian Gallery, Milano;
Lia Rumma, Napoli/Milano;
MAC - Mazzuchelli Art Consulting, Miami Beach;
Mark Borghi Fine Art, New York;
MLB Maria Livia Brunelli, Ferrara;
Monica De Cardenas, Lugano/Zuoz/Milano; Moyshen The Gallery, San Miguel de Allande; Natoli & Mascarenhas, Principato di Monaco;
NdF Gallery, Freibourg;
Osart Gallery, Milano;
Pandora OM, New York;
Pigment Gallery, Barcellona;
Raffaella De Chirico Galleria d'Arte, Torino;
Richard Saltoun, London;
Salamon & C., Milano;
Silvano Lodi IntArt Gallery, Lugano;
Sincresis, Empoli;
Spazio Testoni, Bologna;
Studio D'arte Campaiola, Roma;
Suite 59, Amsterdam;
Tag The Art Gallery, Lugano;
vitArt modern and contemporary art, Lugano;
W. Apolloni, Roma.


WOPART/TALK
GIOVEDI’ 14 SETTEMBRE  
- h. 19:30
L’arte della cancellatura. Cancellare per scrivere o cancellare per vivere, Conversazione tra Emilio Isgrò e Paolo Manazza, pittore e giornalista dell’Economia del Corriere della Sera
VENERDI’ 15 SETTEMBRE 
- h. 12:15 Il Libro d’artista: Collezioni e Collezionisti si incontrano, ne parla Marco Scotini
- h. 14:00 L’arte incontra le disabilità visive Attività di mediazione culturale a cura del Laboratorio cultura visiva SUPSI promosso dai Lions Club del Canton Ticino
- h. 15:30 Intervista con Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Moderatore Giandomenico Di Marzio, giornalista de Il Giornale
- h. 17:30 Intervista con Joseph Kosuth
SABATO 16 SETTEMBRE
- h. 14:30 Works on Paper, dal Disegno antico al Moderno, dal Contemporaneo alla Fotografia: Investire per passione, tendenze ed evoluzione di un mercato in crescita. Moderatore Paolo Manazza, pittore e giornalista de Il Corriere Economia
- h. 17:30 Intervista con Paolo Canevari
DOMENICA 17 SETTEMBRE
- h. 12:15 Edoardo Boncinelli, neuroscienziato: Il Potere della Carta. Moderatore Stefano Colombo, amministratore di Colombo Experience e docente di Accounting presso l’Università Bocconi di Milano
- h. 15:00 Camera – Centro Italiano per la Fotografia di Torino: come nasce una Collezione di Fotografia Walter Guadagnini dialoga con Massimo Prelz
- h. 16:00 Presentazione di B10 – Decima Biennale dell’Immagine (Lugano): Borderlines, Città Diverse / Città Plurali
- h. 17:00 L’intelligenza delle mani. Conversazione tra Lina Bertola, filosofa, e Visarte Ticino
- h. 18:00 Il ruolo dell’artista e dell’arte nella società contemporanea – Con la partecipazione del vicepresidente di Visarte Svizzera: Christian Jelk

MOSTRE

Museo d'arte della Svizzera italiana,  MASILugano
Wolfgang Laib a cura di Marco Franciolli
Dal 03.09.2016 al 07.01.2017
MASILugano, Piazza Bernardino Luini 6, 6900 Lugano, Tel.+41 58 866 42 00 - www.masilugano.ch
Il Museo d'arte della Svizzera italiana propone un’ampia esposizione monografica di Wolfgang Laib comprendente istallazioni, sculture e disegni.
L’artista tedesco utilizza materiali naturali per la realizzazione delle sue opere: polline, riso, lacca, cera, latte. La mostra offre una sintesi del percorso creativo di Laib, considerato oggi uno degli artisti più innovativi degli ultimi trent’anni.

Biblioteca cantonale di Lugano
Libri che attraversano il tempo, Le settecentine della Biblioteca cantonale di Lugano, a cura di Flavio Catenazzi e Luca Saltini, Consulenza scientifica Gianmarco Gaspari
Dal 14.09 al 18.11.2017
Biblioteca cantonale di Lugano, Via Carlo Cattaneo 6, 6900 Lugano, Tel.+41 91 815 46 11, www.sbt.ti.ch/bclu

La Biblioteca cantonale di Lugano possiede un fondo cospicuo di libri antichi, provenienti soprattutto dalle soppressioni conventuali avvenute nel nostro Cantone verso la metà dell’Ottocento. Numerosissime le settecentine, che documentano gli interessi dei vari Ordini per argomenti non sempre strettamente connessi con quello religioso. Particolarmente significativa la raccolta dei padri Somaschi, arricchitasi grazie soprattutto all’impulso dei fratelli luganesi Giampietro e Giambattista Riva, capaci di intrecciare stretti rapporti di amicizia con letterati e scrittori, come il Muratori, l’Orsi, il Manfredi, vale a dire uomini che seppero imprimere una svolta alla cultura italiana del secolo. Le biblioteche dei conventi soppressi permettono quindi di restituire un quadro d’assieme, per molti riguardi eccezionale, che la mostra si sforza di esplorare proponendo una scelta di volumi preziosi, edizioni uniche, spesso illustrate, distribuiti in percorsi tematici: la letteratura italiana, il teatro, le raccolte encomiastiche, la scienza. Un’immersione nel secolo, insomma, attraverso le pagine di libri rari.


GALLERIE

Buchmann Galerie
AION Incontro d'arte: antico e moderno si confrontano in una mostra

Monica De Cardenas
Fiona Rae

[dip] Contemporary Art
Marco Scorti

Five Gallery
Joseph Kosuth
Arteconomy, l’Arte senza l’Artista Le Seconde Avanguardie, Carte e Documenti

Heillandi
II° Edizione Proposta Heillandi 2017/2018, Selezione di Fotografia Contemporanea

Imago Art Gallery
Enrico Ghinato

IntArt Gallery
Silvano Lodi
Zensual

Allegra Ravizza
The Bounty KillArt
, Let's dance!

TAG TheArtGallery
WOPASIAN. Artisti cinesi contemporanei

AtipografiaMirko Baricchi, Mats Bergquist, Denis Riva e Stefano Mario Zatti.

Galleria Grossetti Arte, propone tre personali rispettivamente di Rodolfo Aricò con opere dal 1966 al 1972, Giuseppe Spagnulo con una selezione di opere dal '73 al '91 e Marco Gastini  con importanti opere a cavallo  tra il '76 e il '77. A tutto ciò si aggiunge una proposta di Dadamaino con opere degli anni 60/80 e Raimond Girke.

Mimmo Scognamiglio Artecontemporanea partecipa insieme alla Galleria Aniello Placido. Opere di Chiharu ShiotaMarco TirelliVito AcconciMimmo PaladinoFrancesco ClementePiero Pizzi CannellaChristian Lapie e Balint Zsako.

Alinari partecipa con il progetto Alinari Contemporary di cui fanno parte i fotografi: Alberto Campanile, Domenico Cicchetti, Maurizio Fraschetti, Maurizio Gabbana, Francesco Garlaschelli, Vittorio Giannella, Cristiano Maggi, Angela Prati, Mauro Ranzani, Andrea Samaritani, Nicola Savoretti, Paolo Spigariol.


EVENTI

Venerdì 15 settembre - h. 19.00 - 22.00
GALLERY NIGHT, gallerie e spazi d'arte luganesi aperti al pubblico
Sabato 16 settembre - h. 11.00 - 21.00
REAL {Rassegna Editoria d'Arte Lugano} @ Turba, Via Cattedrale 11
REAL sarà un'occasione per chi ama i libri di conoscere e acquistare pubblicazioni di case editrici indipendenti e self publishing. REAL durerà un giorno, con talks, book-signings, mostre.

WOPART OFF / il fuori fiera di Wopart 2017
Wopart sviluppa con la Città di Lugano una forte sinergia per la promozione della città e del comparto Arte, segmento sul quale la Città stessa con il LAC e altre realtà sta investendo risorse ed energie. 
Volando Etihad da Roma e Ginevra a prezzi agevolati, oppure arrivando in treno da Zurigo o da Milano, si potranno trascorrere due giorni immersi in un programma d’arte.
Sul sito www.wopart.eu dal 15 luglio ci sarà il programma definitivo e dettagliato degli eventi e delle mostre.

WOPART - Work on Paper Fair
Dal 14 al 17 settembre 2017
Organizzata da: Lobo Swiss
Patrocinio
: Città di Lugano e Biennale del Disegno di Rimini, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia di Torino, SBF+ Associazione dei fotografi professionisti e fotodesigner svizzeri e Visarte.
Sponsor
: ARGOS, Wealth Administration, Etihad Regional, The View Lugano. Official Wine: Consorzio Franciacorta.
Main media partner
: La Lettura-Corriere della Sera. Media partner: ArtsLife, Ticino Welcome, Corriere del Ticino, Giornale del Popolo, Tele Ticino, Radio 3i, Ticino News, AI Magazine e Frattura Scomposta.
Sponsor Tecnici
: Lugano Airport, BIG Broker Insurance Group - Ciaccio Arte, Simonetta Rota, Colombo Experience, Petra Peter.
Ufficio Stampa Milano
: Lara Facco - press@larafacco.com - Tel.+39 02 36565133  - +39 349 2529989
Press Office Zurigo
: Michelle Nicol - nic@neutralzurich.com - Tel.+41 79 642 0207 - Neutral Zurich Ltd. - Tel. +41 43 311 3090- www.neutralzurich.com

Preview: giovedì 14 settembre dalle 18.00 alle 21.00
Orari: venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 settembre, dalle 11.00 alle 19.00
Biglietti: Giornaliero 15 CHF; Giornaliero ridotto 10 CHF (studenti, over 65, persone diversamente abili con accompagnatore, titolari card Visarte); Abbonamento 4 giorni 40 CHF, Ingresso gratuito per minori di 16 anni se accompagnati da un adulto.

Centro Esposizioni Lugano
via Campo Marzio
6900 Lugano (CH)
www.wopart.eu


From 15 to 17 September 2017, Lugano Exhibition Centre will be hosting the second edition of WOPART – Work on Paper Art Fair, an international fair focusing on artworks made of paper, directed by Luigi Belluzzi.
75 galleries from 14 countries – chosen by a scientific committee chaired by Giandomenico Di Marzio, a journalist, critic and contemporary art curator, and Paolo Manazza, a painter and journalist specializing in art economics – will offer an extensive overview of works made exclusively on paper: everything from ancient drawings (Raffaello Sanzio, Guercino, Salvator Rosa, Giuseppe Maria Crespi…)  and modern prints (Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Karel Appel, Asger Jorn…) to artists’ books (Enrico Baj, Giulio Paolini, Emilio Isgrò…), artistic photography (Ai Wei Wei, Mario Cresci, Edward Quinn…), watercolors (Pierre August Renoir, Fernand Leger, Francis Picabia, Giorgio Morandi…), Oriental prints and paper works by modern and contemporary artists (Gustav Klimt, Pablo Picasso, Bruno Munari, Joan Mirò, Carol Rama, Mario Merz, Joseph Kosut, Alex Katz, Francesco Clemente, Vito Acconci…), providing a cross-section of different techniques, languages and periods in history.

Condividi su:

Art Basel 2017, June 15 – 18, Basel (CH)

Vernissage (by invitation only)
Wednesday, June 14, 2017

June 15 – 18, 2017
Our Basel show brings the international artworld together, with 291 of the world's leading galleries showing the works of over 4,000 artists. A full program of artworld talks takes place each day. Exhibitions and events are also offered by cultural institutions in Basel and the surrounding area, creating an exciting, region-wide art week.


FACTS AND FIGURES ABOUT ART BASEL IN BASEL

Convention Center and Exhibition Space
Art Basel in Basel takes place in Halls 1 and 2 of Messe Basel on Messeplatz in Basel, Switzerland. Hall 1, built in 1999 by the Swiss architect and art collector, Theo Hotz and extended in 2013 by renowned Basel architects Herzog & de Meuron hosts the Unlimited and Magazines sectors, as well as Conversations and Salon. Hall 2, a landmark building from the 1950s built by Hans Hoffmann, hosts the Galleries, Statements, Feature, and Edition sectors.
The Art Basel show in Basel is presented across 27'500 square meters of exhibition space, spread across Hall 1 and Hall 2.

The Show

Galleries
The anchor of Art Basel is its Galleries sector, where a selection of the world's leading galleries of Modern and Contemporary art show 20th- and 21st-century artworks. Visitors will discover a breadth of works including paintings, drawings, sculpture, installations, prints, photography, video and digital art by more than 4,000 artists.

Overview Sectors Exhibitors

Feature
The Feature sector emphasizes precisely curated projects that may include solo presentations by an individual artist, or juxtapositions and thematic exhibits from artists representing a range of cultures, generations, and artistic approaches.

Sectors Feature

Statements
In this sector, Art Basel presents exciting new solo projects by young, emerging artists. Each year, two outstanding artists in this sector are awarded the Baloise Art Prize. The Baloise Group also acquires works by the award-winning artists which it donates to important European art institutions.

Sectors Statements

Edition
Leading publishers of editioned works, prints, and multiples exhibit the results of their collaboration with renowned artists.

Sectors Edition

Unlimited
Unlimited is Art Basel's pioneering exhibition platform for projects that transcend the limitations of a classical art-show stand. The innovative work includes out-sized sculpture and paintings, video projections, large-scale installations, and live performances. Unlimited is curated by New York-based curator Gianni Jetzer.

Sectors Unlimited

Magazines
Art publications from around the world display their magazines in single-magazine stands or the collective booth. Editors and publishers are often present at the show and many magazines contribute presentations to our Salon series, a schedule of presentations, lectures, and discussions by a range of speakers.

Sectors Magazines

Parcours
Parcours is the sector which engages the city's historical quarters with site-specific sculptures, interventions, and performances by renowned international artists and emerging talents. Parcours is open to the public and free of charge. The sector is curated by Basel-based Samuel Leuenberger.

Mark Blower, Than Clark, Basel Rehearsal, Sector Parcours

Film
Art Basel's week-long program of films by and about artists is curated by Cairo-based film curator and lecturer Maxa Zoller.

Sectors Film


Conversation
Art Basel hosts a series of conversations on topics concerning the global contemporary art scene. Conversations offers a platform for dynamic dialogues between prominent members of the international artworld, each offering their unique perspective on producing, collecting, and exhibiting art. The series include artist talks, panels, and discussions with a range of speakers including artists, gallerists, curators, collectors, architects, art lawyers, critics, and many other cultural players. Conversations is programmed by Mari Spirito, Founding Director of Protocinema, Istanbul/New York.

Talks Debates


Curators

 

 
 
 
 

Private Days (by invitation only)
Tuesday, June 13, 2017
Wednesday, June 14, 2017
Vernissage (by invitation only)
Wednesday, June 14, 2017
Public Days
Thursday, June 15, 2017, 11am to 7pm
Friday, June 16, 2017, 11am to 7pm
Saturday, June 17, 2017, 11am to 7pm
Sunday, June 18, 2017, 11am to 7pm

Day ticket: CHF 60 on-site, CHF 50 online
Evening ticket, after 5 pm: CHF 28
Two-day ticket: CHF 100 on-site, CHF 90 online
Permanent ticket: CHF 140 on-site, CHF 130 online
Reduced day ticket for Students/Seniors: CHF 40
Combination ticket for Art Basel and Design Miami/Basel: CHF 85 on-site, CHF 75 online
Permanent Combination ticket for Art Basel and Design Miami/Basel: CHF 195 on-site, CHF 180 online
'Vernissage +' Card admits one person to the Vernissage on Wednesday, June 14, from 4pm (access to the Unlimited sector in Hall 1 from 11am): CHF 150
Group tickets
Groups of 10 people or more: CHF 40 per person
Accompanied school groups: CHF 30 per person
*Admission is free for children up to 12, when accompanied by a parent. Tickets are valid for the Film sector and entitle the holder to reduced-price admission at several Basel art museums during the show.
Global Head of Media RelationsDorothee Dines - MCH Swiss Exhibition (Basel) Ltd., Messeplatz 10, 4005 Basel - Tel.+41 58 206 2706 - press@artbasel.com

Visitor Information

Messe Basel
Messeplatz 10 
4005 Basel (CH)
Tel. +41 58 206 2706 -
 https://www.artbasel.com socialmedia@artbasel.com - @ArtBasel

Condividi su:

miart 2017

Fiera Internazionale d'Arte Moderna e Contemporanea miart è la mostra internazionale d'arte moderna e contemporanea, è un osservatorio attento e sensibile ad ogni evoluzione artistica e si conferma luogo culturalmente privilegiato per l’attenzione dedicata alle continue novità del mercato artistico, alla dinamicità che lo contraddistingue, ai suoi cambiamenti rapidissimi e alle diverse frontiere esplorate dal…
Per saperne di più

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi