Archivi categoria : Performance

I premi del laboratorio Internazionale di Mittelmoda – Fashion Award 2017,

Si sono appena abbassate le luci sulla passerella del Laboratorio Internazionale di Mittelmoda – Fashion Award 2017, il rinomato concorso internazionale di moda per stilisti in erba, che ha presentato nella prestigiosa cornice di Milano Moda Uomo alla Fabbrica del Vapore, 23 collezioni sia il menswear e womenswear completo di accessori provenienti da tutto il mondo. I premi in palio della 24 ° edizione del Laboratorio Internazionale di Mittelmoda sono stati assegnati come segue:

Premio per la miglior collezione creativa
Katie Ann McGuigan
Regno Unito
Marketa Martiskova
Premio  per la miglior collezione più sperimentale
Cecoslovacchia
Merve Ucar
“FIL ROUGE” LECTRA PREMIO SPECIALE
Turchia
Athena Greta Barbieri
“FIL ROUGE” LECTRA PREMIO SPECIALE
Italia
Eleana Burrows
“LANA” PREMIO SPECIALE dalla Woolmark Company
Regno Unito
Mirjana Klepic
“PELLE” PREMIO SPECIALE per origine PASSION & CREDENZE
Croazia
Nour Daher
“Stone” PREMIO SPECIALE per origine PASSION & CREDENZE
Libano
Vita Ivicic
“Tessile” PREMIO SPECIALE per origine PASSION & CREDENZE
Slovenia
Birgit Saviauk
“Tecnologia” PREMIO SPECIALE per origine PASSION & CREDENZE
Estonia

Katie Ann McGuigan

Il concorso ha raggiunto un numero record di proposte: più di 4000 disegni, foto , concetti, idee, tessuti, prototipi provenienti da tutto il mondo.

Questi i finalisti del Premio della Moda – 24° edizione

Amy Hsu Chen Tzu & Xiaowen ZhangAcademy of Art University
Stati Uniti d’America
Athena Greta BarbieriIED
Italia
Avishay BergerShenkar Engineering Design Art College
Israele
Aylin ElmazNuova Università Bulgara
Bulgaria
Binghua MaoIED
Italia
Birgit SaviaukEstonian Academy of Arts
Estonia
Claudio Maria PotentiIstituto Marangoni
Italia
Eleana BurrowsUniversity of West England
Regno Unito
Fernanda Bueno
Fundação Mineira de Educação e Cultura
Brasile
Jeakyong SimEsmod Berlin
Corea del Sud
Katie Ann McGuiganUniversità di Westminster
Regno Unito
Louise KavanaghNCAD
Irlanda
Lucas Van der VeldeArtEZ University of the Arts
Olanda
Ludovica SerraAccademia di Costume e di Moda
Italia
Marketa MartiskovaReale Accademia di Belle Arti di Anversa
Cecoslovacchia
Merve UcarIstituto Marangoni
Turchia
Mirjana KlepicTTF Facoltà di Tecnologia Tessile
Croazia
Monika LobosIstituto Carlo Secoli
Polonia
Nour DaherUniversità Libanese Americana
Libano
Ragna Sigridur BjarnadottirRoyal Danish Academy
Islanda
Raisa Klasina Melissa KokArtEZ University of the Arts
Olanda
Roberta MeolaNABA
Italia
Vita IvicicChelsea College of Art & Design London
Slovenia

“Mittelmoda International Lab” fondata da Camera Nazionale della Moda Italiana , Sistema Moda Italia , Fondazione Industrie Cotone e Lino e Camera di Commercio di Gorizia , sono stati i promotori dell’evento finale della 24 ° edizione del Laboratorio Internazionale di Mittelmoda .


Informazioni: Mittelmoda International Lab 
c / o Camera Commercio
via Gramsci, 2/4
34071 Cormons (GO) 

Tel.+39 331 3939109 – info@mittelmoda.com – 

Condividi su:

Wall of Dolls, Milano in prima fila contro la violenza sulle donne: oggi 17 giugno 2017

 
Milano si mobilita contro il femminicidio, torna per il quarto anno al “Wall of Dolls”, il muro delle bambole per dire no alla violenza sulle donne.  Sabato 17 giugno 2017, alle ore 15.00, torna in via De Amicis 2 sul muro del Centro Culturale di Milanol’appuntamento con Wall of Dolls – Il muro delle bambole, l’installazione ideata da Jo Squillo contro il femminicidio e la violenza sulle donne. Il pubblico è invitato a portare una bombola, come simbolo di unione alla lotta contro la violenza sulle donne. In questa occasione da segnalare la partecipazione degli Stati Generali delle Donne che portano al muro di via De Amicis la bambola dell’Unicef, con le scarpe rosse, prodotta dalle donne di Francavilla al Mare, con Pina Rosato, e la panchina rossa prodotta dal Fablab di Catania di Carmen Russo. Questa edizione si caratterizzerà con le farfalle e i fiori, e i circa 2.000 bambini orfani, vittime del femminicidio. Sabato 17 giugno, primo giorno delle sfilate per la moda maschile di Milano Moda Uomo.

Tra le celebrità e stilisti che hanno contribuito alla creazione di Wall of Doll: Valentina Pitzalis, Lucia Annibali, Laura Roveri, Giusy Versace, Valeria Fedeli, Arisa, Maria Grazia Cucinotta, Giusy Ferreri,  Elenoire Casalegno, Tessa Gelisio, Margò Volo,  Nicola Zingaretti, Michele Baldi, Giada Desideri, Giovanna Rei, Beatrice Aiello, Chiara Alberti, Max Laudadio, Roshelle, Lino Banfi, Noemi, Maurizio Battista, Paola Iezzi, Ginger Bender,  Lisa Dalla Noce, Francesca Carollo, Beppe Convertini, Marianne Mirage, Antonietta Laterza,  Barbara Fabbroni, Alberta Ferretti, Blumarine, Laura e Lavigna Biagiotti, Diesel, Elena Mirò, Elisabetta Franchi, Antonio Marras, Etro, Clips, Ermanno Scervino, Eva Cavalli, Fausto Puglisi, Frankie Morello, Genny,  Luisa Beccaria, Coemar, Geox,  Francesco Scognamiglio, Kristina Ti, Manuel Facchini, Max Mara, Missoni, OVS, Costume National, Salvatore Ferragamo, Petite Robe di Chiara Boni, Stella McCartney, Trussardi, Vivienne Westwood, Paola Montaguti per Miss Grant, Nenella Impiglia per Vic Matiè, Pierre Mantoux, Beatrice B,  Le Silla, Izumi Ogino per Anteprima, Isabella Tonchi, Happiness, Liborio Capizzi , Gisella Borioli, Raffaela D’angelo, Martino Midali, Vladimiro Gioia, Mauro Gasperi, Keep Out, Mantù, BearBag, MiMiSol, Dimensione Danza, Caterina Lucchi, Extro, Niente Paura, Bollicine di Stile, The Studio Pilates, Barbara Benedettelli, Jo Fabbri, Fiorella Cappelli, Laura Antonini, Stefania Santini, Marianna Giulianelli – i Baccelli, Eloisa Reverie Vezzosi, Elisa Savi Ovada, Stella Filippone, Anna Santinello, Inveloveritas, Patrizia Fratus, Cristina Tajani  – Assessore alla Moda – Comune di Milano, Rosaria Iardino   – Donne in Rete, We World, Banche del Tempo, AIAF – Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori, Associazione EVA, Piccolo Principe, Ajka – Essenza, Donne in Quota, Alveare, Fare x Bene, Fermati Otello, Soccorso Rosa, Stati Generali delle Donne, Kore, A Casa di Maru, D come Design, SVSL – Senza Veli Sulla Lingua, 100×100 Donna, D Diritto, La Dieta di Eva, Viva Vittoria.

Il muro delle bambole è stato inaugurato lo scorso 8 maggio anche a Roma e inoltre il documentario Wall of Dolls è volato fino ad oltre oceano per la proiezione al Los Angeles International Culture Film Festival.


Jo Squillo
: “L’installazione permanente del Wall rispecchia l’incomprensibile brutalità della realtà  rubate, martoriate e persino incendiate, tante sono le bambole che hanno subito violenze e questo ci fa riflettere su quanto lavoro ci sia ancora da svolgere per cambiare la cultura dell’inciviltà maschile. Ma il nostro muro R/ESISTE grazie alle tante associazioni, alle artiste e ai designer, che hanno contribuito a rinnovarlo per il suo secondo anno di vita, segno che la forza di volontà e la tenacia femminile sono più forti di qualsiasi mano vigliacca in azione. Come ogni volta il primo giorno della settimana della moda di Milano dedicata all’uomo le donne delle Associazioni, Artiste, Avvocati, Medici, Poetesse, Scrittrici, Stiliste, si ritrovano al Muro delle Bambole di Via De Amicis 2 per sollecitare il mondo della moda nel contribuire a creare  uomini veri, belli fuori, ma anche dentro. Per sensibilizzare i giovani insegnando loro che l’oppressione maschile sulle donne è un male assoluto  di questa società, e per educare le nuove generazioni a un’affettività sana. Riprendendo una tradizione indiana per cui ogni volta che una donna subisce violenza una bambola viene affissa su ogni porta, il muro sarà un simbolo permanente di questa Città.”

Condividi su:

Fondale – Lalu Delbracio, MC2 Gallery, dalle ore 19:00 alle ore 22:00, 7/06/2017

L’opera Fondale di Lalu Delbracio presenta una serie di esercizi dalla doppia natura sia formale che giocosa, e cerca di sfumare i confini tra performatività, materia e immagine. La mostra ha lo scopo di andare a fondo nell’esplorare le nozioni di fluidità e indeterminazione. Partendo dalla nozione di performatività, sviluppa le possibilità di smontare ruoli prestabiliti che ci sono stati trasmessi dalla collettività.
Attraverso semplici azioni corporee l’artista scava, lacera e consuma fotografie e fogli di carta, rifiutando la superficie come definita e consolidata e richiamando il corpo come spazio personale di azione. Con questo atto, Delbracio suggerisce di scavare attraverso gli strati superficiali e cercare di tornare ad uno stato precedente di curiosità, esplorazione e flusso simile a quello della prima infanzia.

Fondale di Lalu Delbracio
A cura di Magali Avezou

MC” Gallery
Via Malaga 4
Milano

In Fondale Delbracio presents a series of exercises that are both formal and playful seeking to blur the boundaries between performativity, material and image. The show explores notions of fluidity and indetermination. It draws on ideas of performativity and the possibility to unlearn pre-constructed roles passed down onto us by others.
Through simple bodily actions the artist digs, pokes and erodes photographs and paper rejecting the surface as defined and consolidated. With this Delbracio suggests to peel through the layers and try to get back to a previous state of curiosity, exploration and flux similar to that of early childhood.
Lalu Delbracio is an Uruguayan artist living and working in London.
She is graduated from the MA Photography at London College of Communication, UAL.
Through photography and performance, she questions cultural narratives and systems of beliefs. Her work explores notions of homogeneity versus diversity, norm versus individual freedom.

Part of #Milanophotoweek

Condividi su: