SiteLock

Giuseppe Veneziano: “Mash -Up”, Mondadori Megastore – Milano Duomo, fino al 8/04/2018









Il 14 marzo al Mondadori Megastore - Milano Duomo presentata la mostra e la monografia di Giuseppe Veneziano dal titolo “Mash-up” (Skira editore), sono intervenuti: Angelo CrespiIvan Quaroni, Mario Resca, Alessandro Bonfanti, con la partecipazione straordinaria di Andrea G. Pinketts, Marco Cingolani, Michele Foresta detto Mago Forest, e di Giovanni Cacioppo.

"In che cosa consiste la novità della pop art di Giuseppe Veneziano? il suo mezzo preferito è la pittura su tela, ma l'artista realizza anche acquerelli e sculture, sebbene in misura minore. L''oggettività' e l'appartenenza alla pop art sono caratteristiche centrali dell'arte di Veneziano, che presenta un numero ristretto di personaggi provenienti dalla politica, dalla religione o dalla cultura pop, ritratti con colori vivaci e circondati da pochi dettagli, a formare una costellazione che invita subito l'osservatore a confrontarsi più a lungo con l'opera."

Valeri Lalov

Giuseppe Veneziano: Mash-up
Editore: Skira
Lingua: trilingue (italiano-inglese-tedesco)
ISBN: 885723777
Dimensioni: 21 x 27 cm
Pagine: 192
Illustrazioni a colori: 120 
Illustrazioni in b/n: 30
Rilegatura: Brossura
Prezzo: € 38,00

Il libro è un’antologia delle opere di Giuseppe Veneziano dagli esordi ai giorni nostri, la summa parziale di un’affascinante percorso artistico tra arte pop e citazione, tra ironia e provocazione con testi di Angelo Crespi, Ivan Quaroni, Valeri Lalov e dello stesso Giuseppe Veneziano.
Realizzato in occasione di una grande mostra a Monaco in Germania, il volume è una vera e propria monografia in inglese (con traduzioni in italiane e tedesco) su l’intero percorso creativo dell’artista fino a oggi.
L’artista afferma nel volume: In questo libro ho voluto raccogliere le mie opere più importanti realizzate negli ultimi 15 anni di attività artistica, in cui la mia vita si è “mescolata” con un flusso di notizie, immagini e idee che è stato motivo di riflessione per me, principalmente, e per chi si è avvicinato al mio lavoro. Sapere che una mia opera è stata al centro di un dibattito pubblico o di una discussione privata significa che il mio lavoro ha preso almeno in parte la direzione che mi ero prefissato fin dall’inizio: “Se l’arte non può cambiare il mondo, provi almeno a scuotere le coscienze”.
Giuseppe Veneziano è riconosciuto dalla critica e dalle riviste di settore come uno dei massimi esponenti della “New Pop italiana” e del gruppo l’Italian Newbrow, teorizzato da Ivan Quaroni che, tra i critici, è quello che ha seguito con più attenzione il lavoro di Veneziano, e sostiene: "Oggi, in tutta sincerità, posso affermare che Giuseppe Veneziano è uno degli artisti più importanti della sua generazione. Lunico che abbia saputo superare i confini elitari del Sistema dellarte, per farsi intendere da un pubblico più vasto, ma non per questo meno sensibile alla bellezza."

Salito alla ribalta per aver impiccato, in effige, Cattelan (2004), per aver sgozzato Oriana Fallaci (2006), Giuseppe Veneziano (classe 1971) è uno di quegli artisti che ha fatto della dissacrazione la sua cifra stilistica, andando a vellicare i tabù della nostra società, soprattutto quelli religiosi e quelli politici, spesso in contemporanea come quando destò scandalo (2009) con la “La madonna del Terzo Reich”, un quadro che rappresenta la rivisitazione di una madonna di Raffaello con un baby Hitler in braccio. Se di primo acchito, il détournement sembra semplice, in realtà ogni suo quadro è uno studio complesso tra un’iconografia della tradizione e lo slittamento postmoderno: per esempio il Cristo benedicente della Cena di Emmaus di Caravaggio in chiave McDonald’s, o la pietà di Michelangelo con la statua della libertà e Michael Jackson morto.
Inoltre la tecnica perfezionata e uno stile ultra riconoscibile vengono messi al servizio di una tensione narrativa che sottotraccia permea ogni tela e fa di Veneziano un pittore eminentemente classico, la cui sola eccentricità rispetto ai suoi veri maestri antichi è quella di aver schiacciato la prospettiva sotto il rullo compressore della postmodernità. Così anche la rappresentazione all’apparenza più truce viene ricompresa all’interno di un impianto così tradizionale da non suscitare orrore, bensì divertita comprensione. Il surplus non è dunque la dissacrazione fine a sé stessa, ogni tela infatti, anche il ritratto all’apparenza più facile, è l’algida glacificazione di un preciso istante di una storia più vasta, e il singolo fotogramma ci spinge ad immaginare prima il contesto, poi il metatesto, e infine un prima e un dopo temporale, quasi che Veneziano fosse riuscito a cogliere quell’ interstizio del tempo, l’esatto punctum pieno di senso – direbbe Roland Bartes – da cui si svolge il racconto: Biancaneve in piedi con il revolver in mano e i cadaveri dei sette nani in una pozza di sangue è il climax di un evento già avvenuto e i cui effetti sono visibili, ma di cui dobbiamo assolutamente scoprire lo svolgimento e indagarne le cause.

La mostra di Giuseppe Veneziano fa parte del ciclo di mostre “st art. L’arte per tutti” ideato da Mondadori Store dedicate alla pop art a cura di Angelo Crespi, con l’obiettivo di rendere ancora più comprensibile e accessibile l’arte contemporanea e i suoi protagonisti a partire dalla dimensione più pop. Le mostre prevedono installazioni e performance che rendono la dimensione espositiva un momento di spettacolo e comunicazione, l’esposizione di pezzi originali e la creazione di multipli e gadget a disposizione del pubblico. st art si avvale della preziosa collaborazione di Sergio Pappalettera che ha realizzato la comunicazione integrata del progetto.

Giuseppe Veneziano: "Mash -Up"
Dal 14/03/2018 al 8/04/2018
Orari: 9 - 23
Ingresso: libero
Informazioniwww.mondadoristore.it -  #StartInStore

Spazio Eventi
Mondadori Megastore - Milano Duomo
Piazza Duomo 1
20121 Milano

T. +39 0272022640

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 24 times, 1 visits today)
Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi