SiteLock

L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri, Gallerie d’Italia, Milano, fino al 8/04/2018



Caravaggio e l’impervia strada per diventare un mito; la sua alterna eredità tra immediata adesione e indifferenza all’inizio del Seicento, proprio quando si afferma il gusto barocco. Questo in sintesi il senso della mostra L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri che Intesa Sanpaolo ha realizzato nel proprio museo in Piazza Scala a Milano dal 30 novembre 2017 all’8 aprile 2018. Ha superato i 7200 visitatori nei primi giorni di apertura.
Il percorso si sviluppa attorno al capolavoro del Merisi, il Martirio di sant’Orsola delle collezioni della Banca, rientrato da Palazzo Reale, dalla mostra Dentro Caravaggio, alle Gallerie d’Italia.
Il cuore dell’esposizione è costituito dall’inedito e rivelatore confronto tra due opere, entrambe dedicate alla tragica vicenda di Sant’Orsola: l’ultimo dipinto eseguito da Caravaggio a Napoli poco prima della sua morte nel 1610 e la tela realizzata da Bernardo Strozzi negli anni della sua prima maturità (1615-1618).
Con oltre 50 opere di seguaci di Caravaggio, come Battistello Caracciolo e Ribera, e nuovi maestri, quali Rubens, Van Dyck, Procaccini e Strozzi - molte delle quali esposte per la prima volta a Milano - la mostra rievoca le principali vicende artistiche di tre città italiane: Napoli, Genova e Milano, legate all’orbita spagnola in anni di rinnovamento del gusto, tra la rivoluzione tutta tesa al naturale di Caravaggio e la nuova età colorata e festosa del Barocco.
Eccezionale la presentazione in mostra de l’Ultima Cena di Giulio Cesare Procaccini, tela di 40 metri quadrati eseguita per l’amata chiesa della Santissima Annunziata del Vastato di Genova dalle famiglie aristocratiche della città e che è stata oggetto di un lungo e articolato lavoro di restauro presso il Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale". Questo capolavoro restituisce al pittore bolognese radicato a Milano un peso nella storia dell’arte italiana che gli va definitivamente riconosciuto.

 

L’ultimo Caravaggio, Eredi e nuovi maestri
Editore: Skira/Intesa San Paolo
Formato: 24 x 30 cm
Pagine: 246, 153 colori, brossura
ISBN: 978-88-572-3680-3
Prezzo: € 38,00

Questo originale progetto prende spunto dall’ultimo dipinto eseguito da Caravaggio prima della morte: il Martirio di Sant’Orsola (conservato a Palazzo Zevallos, la sede museale di Intesa Sanpaolo a Napoli), eseguito dal maestro nella primavera del 1610 per il collezionista genovese Marcantonio Doria che aveva interessi economici nella città partenopea. L’accoglienza del dipinto è tiepida, se non indifferente perché le preferenze artistiche erano altre, come dimostra il dipinto di medesimo soggetto (ma dallo stile totalmente differente) eseguito negli stessi anni da Bernardo Strozzi.
Partendo dal confronto di questi due dipinti, il volume a corredo della mostra milanese rievoca le principali vicende artistiche di tre città italiane, legate all’orbita spagnola, in anni di rivolgimento del gusto, tra la rivoluzione tutta devota al naturale di Caravaggio e la nuova età colorata e festosa del Barocco: Napoli (la città da cui nel 1610 parte l’ultimo Caravaggio), Genova (la città in cui il dipinto arriva nella relativa indifferenza) e Milano (la città verso cui molti artisti attivi a Genova guardavano intorno al 1610-1620 e dove, paradossalmente, l’eco di Caravaggio, che vi era nato, era estremamente debole se non inesistente).

L’ultimo Caravaggio riunisce circa sessanta dipinti provenienti dalle principali collezioni pubbliche e private italiane ed europee (molti dei quali restaurati appositamente per l’occasione); oltre alle opere di Caravaggio, Procaccini e Strozzi, sono presentate tele di Battistello, Spagnoletto, Cerano, Morazzone, Genovesino, Rubens, Van Dyck e di altri importanti artisti del primo Seicento. Il volume comprende i saggi di Piero Boccardo, Giovanni Morale, Alessandro Morandotti, Gelsomina Spione, Maria Cristina Terzaghi, Paolo Vanoli, Andrea Zanini e il catalogo delle opere con schede di Raffaella Besta, Piero Boccardo, Odette D’Albo, Francesca Debolini, Antonio Ernesto Denunzio, Alessandro Morandotti, Giuseppe Porzio, Margherita Priarone, Farida Simonetti, Paolo Vanoli.

L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri
A cura di: Alessandro Morandotti
Coordinamento generale di: Gianfranco Brunelli
Progetto allestimento di: Valter Palmieri 
Patrocinio del: Comune di Milano e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Ingresso: Biglietto congiunto valido per mostre temporanee e visita alle collezioni permanenti: Intero: 10 euro ; Ridotto: 8 euro (over 65, accompagnatore di un dipendente Intesa Sanpaolo, aziende e associazioni convenzionate, gruppi di almeno 15 persone); Ridotto speciale: 5 euro (giovani dai 18 ai 25 anni, clienti Intesa Sanpaolo muniti di bancomat o carta di credito, possessori del biglietto della mostra Dentro Caravaggio di Palazzo Reale di Milano); Gratuito per Dipendenti del Gruppo Intesa Sanpaolo; Giovani fino a 18 anni; Scolaresche; Disabile e accompagnatore; Giornalisti; Guide turistiche; Interpreti in accompagnamento alle guide turistiche; Funzionari museali; Docenti e studenti di archeologia, architettura, arte e beni culturali; Membri ICOM; Ogni prima domenica del mese.
Visite guidate per gruppi alla mostra temporanea e alle collezioni permanenti, su prenotazione, massimo 25 persone: italiano € 80 a gruppo, inglese € 100 a gruppo; Audio e videoguida gratuita a disposizione dei visitatori.
Libreria: cataloghi, guide, libri, cd rom

Informazioni e Prenotazioni: Numero verde 800.167619
Ufficio Media Attività Istituzionali, Sociali e CulturaliTel. +39 011 5556203 - +39 02 87962641 stampa@intesasanpaolo.com
Ufficio Stampa:
Novella Mirri e Maria Bonmassar - T.+39 3346516702  - +39 335490311 - ufficiostampamirribonmassar@gmail.com

Gallerie d’Italia
Piazza della Scala 6
20121 Milano
info@gallerieditalia.com

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 50 times, 1 visits today)
Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi