SiteLock

MIPEL 112, 17/20 settembre, Fieramilano-Rho, Milano

Arte e creatività hanno dato il via alla nuova edizione di Mipel

Dal 17 al 20 settembre si è svolto l’evento internazionale più importante dedicato alla pelletteria e all’accessorio moda. Un’edizione speciale che, in occasione del 30esimo anniversario della scomparsa di Andy Warhol, rende omaggio al maestro della Pop Art.
Sono ispirati ai colori e alle geometrie delle opere di Andy Warhol gli allestimenti degli spazi all’interno del Padiglione 10, presso il Quartiere Espositivo Fieramilano-Rho, che hanno ospitato le nuove collezioni P/E 18 di oltre 300 brand di tutto il mondo in occasione della prossima edizione della fiera organizzata da AIMPES Servizi.
Guest star internazionale Vivienne Westwood che, attraverso due installazioni allestite nella prestigiosa area Glammy Boulevard, ha presentato due dei suoi progetti dedicati agli accessori.
Mipel in città, il fuorisalone della Fiera, ha dedicato inoltre all’estro e al genio di Warhol un’importante mostra Andy Warhol da New York alle Stelline. Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola realizzata con la Fondazione Stelline, nella sua sede in corso Magenta 61, con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Milano ed il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e ICE-Agenzia.
Dedicato all’artista di Pittsburgh anche lo speciale contest Mipel incontra Warhol”, che invita i brand espositori a realizzare una borsa ispirata al genio della Pop Art. I 20 migliori modelli sono stati esposti il 18 settembre presso la Fondazione Stelline, nell’ambito della mostra. La sera del vernissage sono state premiate le 3 borse vincitrici.
Forte del successo di buyer e visitatori registrati nell’ultima edizione (oltre 10.000, + 6,6% sull’edizione precedente), la manifestazione punta anche per la prossima edizione ad una forte offerta qualitativa e ad importanti collaborazioni, tra le quali quelle con Camera della Moda Italiana e Camera Italiana Buyer Moda, oltre a prestigiosi progetti di internazionalizzazione realizzati anche grazie al contributo di ICE-Agenzia e del Ministero dello Sviluppo Economico.
Sulla scia del successo delle scorse edizioni, ritroveremo confermate le due aree THE GLAMOUROUS e SCENARIO.

THE GLAMOUROUS, progetto patrocinato da Camera Italiana Buyer Moda, rappresenta un innovativo punto di congiunzione tra top buyer italiani e stilisti emergenti. Anche per la prossima edizione quattro buyer d’eccellenza italiani “adotteranno” quattro designer di tendenza, dando visibilità alle loro collezioni sia nello spazio dell’area dedicata in fiera, sia nelle vetrine dei propri store. I nomi dei prestigiosi shops partecipanti al progetto sono: Dell’Oglio Palermo 1980 di Mario dell’Oglio ha presentato Majo; Luisa di Giovanni Venturini: Corti Milano; Nugnes 1920 di Giuseppe Nugnes: Imemoi e Spinnaker di Claudio Betti: Arnoldo Battois.

SCENARIO costituisce il palcoscenico più alternativo del salone, un focus sui new brand e sulle realtà più di ricerca del panorama accessori. In un settore di SCENARIO viene consolidata la collaborazione con Camera Nazionale della Moda Italiana promuovendo l’incontro tra creatività italiana e mercati esteri con il coinvolgimento di 4 buyer internazionali chiamati a sponsorizzare i più interessanti nuovi designer italiani: HP France di Tokyo che ha presentato Maria Lamanna; Galeries Lafayette Dubai: Manurina; Lotte.com: Ninael e Metrocity: Annalisa Caricato, questi ultimi due entrambi coreani.
Di particolare interesse l’iniziativa MIPEL in CITTÀ, progetto che “apre” le porte di Mipel al pubblico con iniziative dall’elevata offerta culturale e che questa edizione regala alla città una straordinaria mostra dedicata ad Andy Warhol, in programma dal 18 settembre al 29 ottobre presso la Fondazione Stelline in corso Magenta 61.
Mipel 112: un’edizione che nasce sotto il segno di grandi sinergie di settore e che si propone di continuare con successo il costante percorso di ricerca e innovazione intrapresi da Riccardo Braccialini, Presidente AIMPES e Roberto Briccola, Presidente MIPEL.

Ufficio Stampa: Barbieri & Ridet -  barbieriridet@mipel.it  - Tel. +39 0258328232

ANDY WARHOL DA NEW YORK ALLE STELLINE
Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola

Dal 19 settembre al 29 ottobre, torna alla Fondazione Stelline la grande fotografia con una  mostra dei 20 celebri ritratti realizzati da Aurelio Amendola a Andy Warhol. Per l’occasione viene esposta la versione virata in magenta dell’opera “The Last Supper” del maestro della Pop Art.
La mostra è a cura di Walter Guadagnini, uno dei massimi critici ed esperti di fotografia e titolare della cattedra di Storia di Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Bologna, e di Alessandra Klimciuk, responsabile arte e cultura della Fondazione Stelline, dedicata ad Aurelio Amendola e al suo lavoro su Andy Warhol: Andy Warhol da New York alle Stelline. Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola, dal 19 settembre al 29 ottobre 2017, con cui la Fondazione Stelline vuole rendere omaggio al maestro della Pop Art a 30 anni dalla sua scomparsa, attraverso l’ormai celebre serie di 20 ritratti che Amendola, il grande fotografo dell’arte e degli artisti, ha realizzato a New York, nella Factory, in due sessioni, nel 1977 e nel 1986, e attraverso l’opera di Andy Warhol The Last Supper (1986), la cui versione virata in magenta, appartenente alle collezioni del Credito Valtellinese, è fulcro visivo e ideale della mostra.
The Last Supper è l’ultimo grande ciclo di Andy Warhol, quasi una sorta di testamento pittorico della figura più influente dell’arte della seconda metà del XX secolo. Quest’opera ha naturalmente un legame fortissimo con la città di Milano e con il Palazzo della Fondazione, realizzato da Warhol tra il 1985 e il 1987, pochi mesi prima della sua scomparsa, durante il suo soggiorno presso il Palazzo delle Stelline, proprio di fronte al Cenacolo Vinciano, da qui è partita non solo la suggestione iconografica, ma anche la stessa idea di commissionare al maestro americano un lavoro ispirato al capolavoro leonardesco. 
Il dipinto è particolarmente raro in quanto, oltre a essere una delle ultime opere di Warhol, quella esposta è l’unica versione esistente virata in color magenta, cromia scelta dall’artista in riferimento a Corso Magenta.
PierCarla Delpiano, presidente della Fondazione Stelline: "Sono molti i motivi che rendono la Fondazione Stelline la casa naturale di questo progetto, sottolinea. A partire dal fatto che qui a pochi passi si trovi l’opera d’arte di Leonardo da Vinci, cui Andy Warhol si è ispirato nella produzione di questo suo capolavoro, che è stato esposto proprio qui nel Refettorio trent’anni fa. Inoltre, il Credito Valtellinese, proprietario dell’opera, ha sede in questo bellissimo palazzo, così come la sede milanese di ICE – Agenzia, che ha contribuito alla realizzazione di questa mostra."
Per la scelta delle fotografie esposte sono state individuate queste celebri serie di scatti che da un lato evidenziano la capacità di Amendola di testimoniare lo scorrere dell’arte del nostro tempo attraverso i volti e i corpi dei suoi protagonisti, dall’altro coincidono con il momento di realizzazione di The Last Supper e delle sue infinite declinazioni.
Andy Warhol da New York alle Stelline. Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola è un concentrato della poetica di Warhol, che si manifesta in uno dei suoi capolavori estremi, e nel rapporto, per lui sempre centrale, con la macchina fotografica, strumento primario di assunzione del mondo e delle sue forme. Allo stesso modo, le due serie di Amendola testimoniano quanto la fotografia abbia giocato un ruolo centrale nell’affermazione di alcune figure del mondo artistico e come la forza della ritrattistica del maestro pistoiese abbia saputo raccontare tanto le opere quanto gli autori, in un legame indissolubile di vita e arte.
La mostra è accompagnata da un catalogo Skira ed è stata realizzata, con il patrocinio della Regione Lombardia e del Comune di Milano, grazie al contributo e al prezioso supporto dell’Associazione Pellettieri Italiani Aimpes in occasione dell’edizione 112 di Mipel, che quest’anno ha come tema la Pop Art e di cui Andy Warhol da New York alle Stelline. Leonardo di Warhol / Warhol di Amendola è stato il fulcro di Mipel in città, il Fuorisalone della Fiera.
Proprio per questa edizione speciale, inoltre, è stato chiesto agli espositori di Mipel di realizzare una borsa sul tema: le 20 più significative sono esposte durante la mostra alla Fondazione Stelline e una prestigiosa giuria ha decretato i tre vincitori.


ANDY WARHOL DA NEW YORK ALLE STELLINE
Leonardo di Warhol | Warhol di Amendola
Dal 19 settembre al 29 ottobre 2017

Orari: martedì - domenica, h. 10.00-20.00 (chiuso il lunedì)
Ingresso: libero
Informazioni: fondazione@stelline.it - www.stelline.it
Ufficio Stampa: Studio BonnePresse - Gaia Grassi - M. +39.339.56.53.179 - Marianna Corte - M.+39.347.42.19.001

Fondazione Stelline
corso Magenta 61
20123 Milano
Tel. +39.02.45462.411


                                                            

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 12 times, 1 visits today)
Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi