SiteLock

Poetry and Pottery, CAMeC centro arte moderna e contemporanea, La Spezia, fino al 29/04/2018

 

Il CAMeC - centro arte moderna e contemporanea La Spezia - presenta la prima mostra italiana di poesia visiva su ceramica con opere dei maggiori autori del settore di ricerca.

Un progetto espositivo di ricerca che riunisce questa particolare tipologia di lavori, certamente la più rara nell’ambito della poesia visiva contando poche centinaia di esemplari al mondo. Un progetto senza precedenti, rappresentativo della produzione artistica su supporto ceramico di circa trenta poeti verbovisuali, nato e sviluppato con il generoso supporto di Isaia Mabellini, in arte SARENCO, e con il fondamentale contributo dei collezionisti Paolo Scatizzi, Paolo Berardelli, Luigi Bonotto, Giuseppe Verzelletti e di alcuni rilevanti artisti di poesia visiva, uno su tutti Lamberto Pignotti, nonché con il sostegno del maestro ceramista Michelangelo Marchi, che presso il proprio laboratorio di Cellora d’Illasi (VR) ospitò le realizzazioni ceramiche dei poeti visivi operanti presso la Domus Jani, Centro Internazionale per l’Arte Totale, straordinario luogo di ricerca artistica, concepito dallo stesso SARENCO.
Sulla base dei ricordi di SARENCO, di Michelangelo Marchi e degli altri poeti visivi ancora viventi, la mostra riprende e completa la storia della Visual Poetry su supporto ceramico, limitatamente alle opere realizzate prima dell’anno 2000. Sono comunque inserite nel catalogo scientifico che accompagna l’esposizione anche la serie “Azulejus” realizzata da SARENCO nel 2004 e alcune opere prodotte in tempi più recenti da Pignotti e da artisti affini alla Poesia Visiva.

Le tematiche trattate sono molte: dalla Poesia Concreta, alla Poesia Visiva italiana ed internazionale per giungere alla Nuova Scrittura; molti gli artisti e i gruppi artistici rappresentati: da Sarenco a Giovanni Fontana, dal Gruppo Genovese di Tola e Vitone, al Gruppo 70 di Pignotti, Miccini e Marcucci, dal gruppo Milanese del Mercato del Sale di Ugo Carrega a Roberto Malquori, per giungere ad artisti Fluxus quali Giuseppe Chiari, Vittorio Gelmetti e Gianni Emilio Simonetti, a Mail-artisti come Ruggero Maggi, o ad artisti di grande fascino concettuale quali Aldo Mondino, Maria Lai e lo stesso Michelangelo Marchi.

Nutrita è anche la presenza dei poeti visivi internazionali presenti: da Alain Arias Misson a Julien Blaine, da Jean Francois Bory a Pierre e Ilse Garnier, da Ladislav Novak a Klaus Groh, da Joan Brossa a Bartolomé Ferrando, da Carlos Pazos a Fernando Millan, da John Furnival a Emmet Williams.

Ruggero Maggi: "Erosioni in pinzimonio", (part.), foto di Gianfranco Maggio

Poetry and Pottery
Un’inedita avventura fra ceramica e poesia visiva
Dal 26 gennaio al 29 aprile 2018

Mostra promossa da: Comune della Spezia, Sindaco, Pierluigi Peracchini, Assessore alla Cultura, Paolo Asti
Prodotta da: Servizi culturali del Comune della Spezia
A cura di: Giosué Allegrini e Marzia Ratti
Coordinamento tecnico-scientifico: Eleonora Acerbi; Cinzia Compalati; Cristiana Maucci
Prestatori: Fondazione Berardelli, Ruggero Maggi, Fondazione Sarenco, Paolo Scatizzi
Progetto grafico: Sarah Fontana
Catalogo: Silvana Editoriale, Milano, con testi di Giosué Allegrini; Lamberto Pignotti; Marzia Ratti; Sarenco
Realizzazione allestimento: Luigi Terziani, Servizi Culturali; Cooperativa Zoe, La Spezia
Comunicazione: Luca Della Torre (Ufficio stampa); Sara Rabuffi (Redazione web); Federica Stellini (Responsabile Comunicazione e promozione della città)
Con il contributo di: Carispezia Credit Agricole, Coop Liguria, Cora's srl distribuzione servizi
Orari: da martedì a domenica, 11.00 - 18.00; chiuso il lunedì (eccetto Lunedì di Pasqua), Natale e Capodanno

Biglietti: € 5,00 intero; € 4,00 ridotto: gruppi da 7 a 25 persone; bambini e ragazzi fra i 6 e i 18 anni; Amici dei Musei; docenti universitari e docenti delle Scuole di 2° grado (discipline storico-artistiche e archeologiche) muniti di idoneo documento di riconoscimento e non residenti nel Comune della Spezia; studenti italiani e stranieri, specializzandi e dottorandi in Archeologia, Beni culturali e Accademia di Belle Arti; ultra sessantacinquenni; invalidi civili e diversamente abili; categorie convenzionate; € 3,50 ridotto speciale scolaresche extra Comprensorio Comunale; Formula famiglia: € 11 per i genitori; euro 2 per ogni figlio; € 12,00 biglietto cumulativo (visita a 5 musei, valido 72 ore); Ingresso gratuito: Invalidi; minori di anni 6; accompagnatori di gruppi organizzati; guide abilitate della Provincia della Spezia; scolaresche e docenti appartenenti al Comprensorio Comunale; studenti del Polo universitario della Spezia; possessori Card Giovani Comune della Spezia; donatori e loro ospiti; ICOM; giornalisti.
Visite guidate: € 30,00 per scuole; € 50,00 per gruppi utenza generica, Servizio su prenotazione
Informazioni e prenotazioni: Cristiana Maucci - cristiana.maucci@comune.sp.it - +39 0187 734593

CAMeC - centro arte moderna e contemporanea La Spezia
Piazza Cesare Battisti, 1
19121 La Spezia
Tel. 0187 734593 - www.facebook.com/museo.camec/

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 15 times, 1 visits today)
Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi