SiteLock

The Big Draw Italia – festival del disegno a cura di FABRIANO, 16 -17 settembre 2017, Giardini  Indro Montanelli, Milano

16 -17 settembre 2017, Giardini Indro Montanelli, Milano

The Big Draw Italia – il festival del disegno a cura di FABRIANO parte da Milano con Pat Carra, Chiara Carrer, Dario Cestaro, Giulia Orecchia, Alessandro Sanna, Arianna Vairo


Parte da Milano la seconda edizione di The Big Draw, il festival internazionale del disegno a cura di Fabriano. Per sabato 16 domenica 17 settembre è in programma una maratona di due giorni durante i quali si alternano workshop e incontri con artisti e illustratori negli spazi dei Giardini Indro Montanelli. Tutti sono invitati: grandi e piccoli, appassionati e professionisti, per sperimentare, disegnare e divertirsi, liberando la creatività.

laboratori creativi sono gratuiti e a ciclo continuo per provare il disegno sull’acqua con l’antica arte del Suminagashi, il percorso sensoriale all’interno del parco, la creazione dei colori della natura, per partecipare al maxi disegno sul muro dei colori, fino a sperimentare il movimento delle immagini con lo zootropio. A cadenza oraria il programma prevede Atelier d’Artista con Pat Carra, Chiara Carrer,Dario Cestaro, Giulia Orecchia, Alessandro Sanna e Arianna Vairo che coinvolgono i partecipanti in lezioni e dimostrazioni dal vivo.

La novità di questa seconda edizione è la Stra-disegno, domenica mattina, una grande corsa attraverso il parco alla ricerca di oggetti da raffigurare.

"The Big Draw è un’iniziativa nata per avvicinare e riavvicinare tutti al mondo del disegno, al piacere semplice di riscoprire i dettagli intorno a noi con la matita e un foglio di carta".
Chiara Medioli, FABRIANO

Laboratori creativi a ciclo continuo:
* Il muro dei colori Un maxi disegno da colorare che prende forma durante il festival grazie alla creatività dei partecipanti. * Il bosco di notte Un bosco in cartone nero come la notte, con alberi, cespugli e animali da animare con pennarelli e tempere fosforescenti secondo la fantasia dei più piccoli. * Ciak! Si disegna Disegni che si animano grazie allo zootropio, un dispositivo ottico per visualizzare immagini in movimento. * Il parco dei sensi Un percorso sensoriale del parco dove sono i sensi, vista, olfatto, udito e tatto, a indicare cosa disegnare. * Disegni volanti Colorare, ritagliare e assemblare il proprio oggetto volante, con tanto di prova tecnica di volo sulla pista di decollo. * La natura dei colori Laboratorio di stampo scientifico per ottenere i colori da elementi naturali come foglie, rapa, caffè, orzo. * Disegni d’acqua L’antica arte del Suminagashi, dove l’inchiostro fluttuando disegna sull’acqua per essere catturato dal foglio. * The little Draw Disegnare, tagliare e creare la propria spilla, unica e inimitabile. * This is a Big Draw Una grande opera collettiva, un disegno lunghissimo che cresce grazie al contributo degli artisti ospiti e di ogni singolo partecipante e animato dagli illustratori della realtà formativa internazionale Mimaster. * Libera-Azione Laboratorio di action painting per esprimersi con parole, colori, forme, liberamente scelte e assemblate


The Big Draw è un ente di beneficenza, fondato nel 2000 in Inghilterra, che promuove una campagna internazionale a sostegno del linguaggio universale del disegno come strumento di apprendimento, come forma di espressione e di invenzione. Un grande festival con migliaia di attività pensate per coinvolgere sia chi ama disegnare sia chi è convinto di non saperlo fare. Fabriano, che da sempre crede nell’importanza del disegno in tutte le sue forme, partecipa attivamente a questo progetto e si è impegnato perché anche l’Italia potesse farne parte sostenendo e promuovendo l’edizione italiana del festival.


Dal 1264 a Fabriano si produce carta, una materia straordinaria che fa parte della quotidianità di bambini, ragazzi e adulti in Italia e nel mondo, protagonista nelle scuole, nelle case e negli uffici, nelle tasche e nelle cartelle. In più di 750 anni di vita ha incontrato donne e uomini straordinari che ne hanno fatto un uso particolare e insieme universale, nel campo dell’arte e della letteratura, dell’editoria, della musica e della storia. Da Michelangelo Buonarroti, Giambattista Bodoni, Antonio Canova, Giovanni Battista Piranesi, Ludwig van Beethoven, fino a Gabriele D’Annunzio, Georgia O'Keeffe e ancora Francis Bacon, Federico Fellini, Pierpaolo Pasolini, Richard Serra, Karl Lagerfeld, sono solo alcuni dei nomi di personaggi che hanno scritto e scrivono, disegnano, appuntano, sognano su carta Fabriano che è un importante patrimonio culturale italiano. L'invenzione della carta è tradizionalmente attribuita ai Cinesi, ma sono gli Arabi che, dopo averne appreso i primi rudimenti di fabbricazione ed apportato alcune migliorie, diffondono il nuovo prodotto in Occidente. Si tratta di un processo lungo e laborioso che trova compiutezza nella seconda metà del XIII secolo e si localizza a Fabriano, cittadina dell'entroterra marchigiano. La ragione di questa localizzazione, che fa di Fabriano il più importante centro di produzione di carta d'Europa, è legata anche alla vicinanza con Ancona, porto particolarmente aperto a scambi commerciali con il mondo arabo. La crescente abilità dei sempre più numerosi e qualificati artigiani fabrianesi fa compiere alla carta un vero e proprio salto di qualità che rendono Fabriano la culla della carta intesa in senso moderno. Dal 2002 Fabriano è parte del Gruppo Fedrigoni. L’azienda è produttrice netta di energia rinnovabile grazie all’uso intensivo di energia idroelettrica e presenta una gamma completa di prodotti FSC e con fibre di riciclo. La produzione che esce dalle sei macchine continue (tre piane e tre in tondo), di cui una completamente dedicata alla produzione di cartamoneta e prodotti di sicurezza, rende l’azienda una realtà dalle peculiarità uniche nel mondo cartario europeo, e uno dei primissimi attori a livello mondiale. Le cartiere Fabriano, da sempre sensibili e attenti all'ambiente naturale, si sono attivate per produrre o utilizzare nei propri prodotti materie prime a basso impatto ambientale. Per le cartiere Fabriano è molto importante il rispetto verso l'ambiente in cui viviamo, per cui, la necessità di disporre a livello aziendale di affidabili strumenti di gestione dei problemi ambientali è diventata in questi ultimi anni sempre più stringente, fino a ottenere, oltre al Sistema di Qualità certificato UNI EN ISO 9001:2000, la certificazione di Gestione Ambientale certificato UNI EN ISO 14001 per tutti gli stabilimenti produttivi. Nell'anno 2004 le cartiere hanno ottenuto l'Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) nr 2/DP4 ai sensi del D. Lgs. 372/99 che a sua volta recepisce la direttiva CE 96/61. Il conseguimento dell'A.I.A. (seconda cartiera in Italia) rende orgogliose le cartiere Fabriano poiché conferma la responsabilità sociale che da sempre contraddistingue l'azienda.
www. fabriano.com | twitter instagram @fabriano1264 | facebook CartaFabriano


Ufficio Stampa: ruski duski . adicorbetta - press@ruskiduski.org - Tel. +39 02 89053149 - facebook:twitter:instagram ruski duski - www.adicorbetta.org

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 7 times, 1 visits today)
Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi