SiteLock

Genagricola: progetto di valorizzazione paesaggistica della tenuta Ca’ Corniani, Caorle

Quando le aziende italiane difendono il loro patrimonio culturale e fondativo, ne valorizzano la storia, come in questo caso, comprendendo che il futuro si disegna investendo nella cultura associata alla loro produzione, fanno goal!
Sono convinto che questa sia l'unica strada possibile per le aziende che ancora sono italiane e che hanno un lungo patrimonio di esperienza radicato nel territorio. La risposta giusta coniuga innovazione a cultura in un interscambio magico che agisce su due livelli; quello top dell'eccellenza e dei prodotti unici e quindi a prezzo conseguente, ossia il massimo, e quello della produzione seriale. I creativi stimolano la ricerca su nuovi prodotti, stimolando le aziende ad investire in aree per loro nuove e forse inaspettate.
Ma il risultato è un arricchimento che copre tutti i settori di mercato, a difesa di un artigianato unico nel mondo, come tutto quello che riguarda il nostro patrimonio dal territorio all'ingegno. Se poi, come nelle migliori tradizioni imprenditoriali illuminate si coniuga al sociale, ossia sapendo che la crescita esiste solo dando tutti i servizi alle "maestranze", con alloggi più che dignitosi, scuole, assistenza medica, luoghi di crescita culturale, svago e di ambiente, si è centrato appieno il percorso comune di crescita. Si cresce insieme.

Genagricola ha avviato il progetto “Ca’ Corniani - Terra d’avanguardia” per la valorizzazione paesaggistica della storica tenuta di Caorle, con un approccio innovativo che mette insieme Arte e Agricoltura.
La presentazione del progetto di valorizzazione paesaggistica della tenuta Ca’ Corniani, è stato presentato alla Triennale di Milano, presso il Teatro Agorà.
Sono intervenuti alla presentazione:  Giancarlo Fancel, Presidente Genagricola e CFO Generali Italia, Alessandro Marchionne, AD Genagricola, Andreas Kipar, Founding Partner e CEO LAND, Curatore paesaggistico, Elena Tettamanti, Presidente Eight Art Project e Curatore artistico, Antonella Soldaini, Curatore artistico e Stefano Boeri, Direttore Artistico Milano Arch Week.






 

Il progetto  consiste in un intervento paesaggistico a cura di Andreas Kipar e LAND e, parallelamente, in un concorso ad inviti rivolto a cinque artisti internazionali a cura di Elena Tettamanti e Antonella Soldaini
La tenuta Ca’ Corniani di Genagricola è una delle più estese aziende agricole italiane nell’entroterra di Caorle, con una storia plurisecolare, testimone di vicende legate alle bonifiche, alle mezzadrie, al valore sociale della trasformazione fondiaria e ora ai nuovi modelli di produttività agricola.

Una serie di interventi su un territorio dalla vocazione fortemente agricola e produttiva instaura un nuovo rapporto con la popolazione; questo  nuovo percorso dimostra l’attenzione che Generali dà al suo patrimonio storico e ai concetti di sicurezza e sostenibilità che guidano la sua attività. La valorizzazione paesaggistica prevede un miglioramento naturalistico diffuso attraverso: la realizzazione di 3 ettari di nuovi boschetti, 7 km di filari arborei e 7 km di strisce di impollinazione con fioriture scalari per tutto il periodo primaverile-estivo; l’introduzione di 32 km di itinerari ciclo-pedonali e diverse aree di sosta attrezzate per connettere Ca’ Corniani con il territorio. Un sistema di segnaletica orientativa e informativa documenterà questa terra in corrispondenza delle tre soglie di accesso.

Genagricola punta a far diventare Ca’ Corniani il simbolo di una campagna rinnovata, in grado di offrire benefici per la collettività e di attrarre tutto quel turismo che fino a oggi si è concentrato sulla costa, con lo sviluppo di nuove infrastrutture paesaggistiche, con la valorizzazione culturale, naturalistica e funzionale dell’intera proprietà.
Il progetto pluriennale di valorizzazione paesaggistica della Tenuta di Ca’ Corniani associa agricoltura e arte e punta a migliorare il paesaggio agricolo introducendo forme innovative di integrazione ambientale, per incrementare il benessere complessivo dell’intero territorio, attraverso una crescita intelligente e sostenibile.
Genagricola promuove un approccio innovativo come il lancio del concorso internazionale per la realizzazione di tre opere d’arte site-specific a valorizzare gli accessi alla Tenuta. Tre opere d’arte contemporanea che tengano in considerazione la realtà di Ca’ Corniani, ciò che ha rappresentato nel passato e ciò che diventerà nel futuro.
Cinque artisti europei: Monica Bonvicini, Alberto Garutti, Carsten Höller, Tobias Rehberger e Remo Salvadori, sono stati invitati da Elena Tettamanti e Antonella Soldaini, curatori artistici del concorso, a ideare per i tre punti di accesso di Ca’ Corniani.
Ad Ottobre 2017 la proclamazione dell’artista vincitore presso la Triennale di Milano.
Il progetto vincitore verrà ufficialmente inaugurato a fine maggio 2018, in occasione della 16. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.


Ufficio Stampa: Lara Facco P&C - T. +39 02 36565133 -  press@larafacco.com - www.larafacco.com

Genagricola S.p.A.
Via Mons. P.L. Zovatto
71 30020 Loncon di Annone Veneto (VE)

Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi