SiteLock

‘Prima diffusa’ torna in città con “Andrea Chénier”, Milano

Dal 30 novembre al 10 dicembre, il Comune di Milano e Edison portano in città l’energia dell’opera che inaugura la stagione 2017/2018 del Teatro alla Scala, “Andrea Chénier” di Umberto Giordano diretto da Riccardo Chailly, grazie alla settima edizione della Prima Diffusa che accenderà oltre 30 luoghi e spazi della città con più di 50 tra proiezioni in diretta, concerti, reading e performance gratuiti.
Prima Diffusa è stato uno dei primi progetti di partecipazione artistica e culturale che Milano ha promosso e realizzato - ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno - e questa settima edizione testimonia la bontà di una scelta che punta ad ampliare il più possibile la condivisione della bellezza. Anche questa nuova edizione infatti porta la Prima della Scala fuori dalla sua sede naturale e la diffonde in città rendendola accessibile a tanti, grazie alle 27 proiezioni in diretta dal Teatro, e più vicina anche a chi non la conosce bene grazie ai concerti diffusi, agli approfondimenti e alle guide all’ascolto”.
Siamo orgogliosi di annunciare per il settimo anno consecutivo la collaborazione di Edison con il Comune di Milano e con il Teatro alla Scala in occasione di Prima Diffusa - dichiara Marc Benayoun, Amministratore Delegato di Edison -. In questi anni abbiamo costantemente fornito la nostra energia per alimentare un’idea e un progetto innovativi ed esclusivi per la ‘nostra’ città di nascita e in collaborazione con un’icona milanese – il Teatro alla Scala – che da sempre crea e rappresenta una delle maggiori eccellenze italiane nel mondo. Edison da oltre 130 anni produce e diffonde energia al Paese. Da allora, l’energia è evoluta, è più intelligente, più pulita, più versatile, è sempre più vicina alle persone. Siamo emozionati nel pensare che grazie a Prima Diffusa l’energia Edison diventa anche una razionale forma di magia”.
Diffondere la cultura musicale e la conoscenza della tradizione del melodramma è parte della nostra missione statutaria - ha aggiunto il Sovrintendente Pereira -. Il progetto della Prima Diffusa, ormai radicato nel territorio e atteso dai cittadini, è parte di una strategia complessiva per moltiplicare le occasioni di accesso, di approfondimento e di scambio. Negli ultimi anni la Scala ha intensificato le collaborazioni con il Comune, la Rai, le altre istituzioni culturali e le aziende per fare della musica un patrimonio condiviso da tutti. Al Comune di Milano e a Edison va un ringraziamento per l’entusiasmo con cui ci sono accanto”.

Il cuore della Prima Diffusa 2017 tornano ad essere le proiezioni in diretta dell’opera inaugurale della stagione scaligera, in collaborazione con Teatro alla Scala e RAI. Ventisette luoghi di proiezione nei nove municipi della città. Molti i luoghi simbolici come l’Istituto penitenziario Cesare Beccaria e San Vittore, la Casa dell’Accoglienza ‘Enzo Jannacci’, il Teatro Rosetum, ma anche nuove sedi come il Teatro Maciachini, il Borgo Sostenibile di Figino, Base Milano, Artepassante Repubblica, il Terminal 1 dell’Aeroporto Malpensa e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, e altre conferme da Mare Culturale Urbano al Barrio’s e al Teatro dal Verme.
L’avvio del palinsesto di Prima Diffusa edizione 2017, la sera del 1° dicembre avrà luogo nel cortile e nel piano nobile di Palazzo Litta: sarà un’esperienza di teatro immersivo ispirata ai quadri di “Andrea Chénier”, dove, dalle 19 fino a mezzanotte, il pubblico potrà immergersi nelle atmosfere dell’opera scoprendo i grandi poeti rivoluzionari, dagli anni della rivoluzione francese ad oggi, grazie a rappresentazioni e performance artistiche curate da Nudo e Crudo Teatro e con la colonna sonora degli AltriArchi. Durante la serata, nel cortile del palazzo, gli spettatori saranno accolti da reading di poeti contemporanei fra cui David Riondino, Marco Rossari (dedicato a Bob Dylan), Dargen D’Amico con un intervento di apertura di Lella Costa.
Già dal pomeriggio del 1° fino al 7 dicembre nello stesso Palazzo Litta, in Sala Azzurra, sarà visitabile “In corso d’opera”, un’installazione multimediale coinvolgente ed evocativa, curata dall’Accademia Teatro alla Scala, che permetterà al pubblico di immergersi, questa volta virtualmente, nella magia della Prima attraverso gli spazi iconici, i suoni che si producono dietro le quinte e le emozioni dei protagonisti.
I temi della Prima sono portati sotto i riflettori anche dalle performance di “Stand Up Poetry”, curate dal poeta Guido Catalano: concerti e reading di poesie in diversi luoghi della città con poeti e artisti che racconteranno le loro rivoluzioni: Massimo Zamboni, Roberto, Max Collini (Offlaga Disco Pax), Willie Peyote (da Gue Pequeno a Montale), Vincenzo Costantino Cinaski, Paolo Agrati, Pierpaolo Capovilla (Il Teatro Degli Orrori), Emidio Clementi (Massimo Volume) e Corrado Nuccini.
Con Prima Diffusa i temi di “Andrea Chénier” raggiungeranno il pubblico anche con le Guide all’Ascolto curate dall’Accademia Teatro alla Scala. I docenti della Scuola scaligera illustreranno alcuni dei passaggi più significativi dell’opera attraverso un linguaggio semplice e accattivante con aneddoti inediti e curiosi.
I Solisti dell’Accademia di Perfezionamento per Cantanti Lirici, inoltre, si esibiranno il 4 dicembre nella sala degli specchi di Palazzo Litta in un recital dal titolo “Andrea Chenier: Giordano e la Giovane scuola” e il 5 all’Aeroporto di Malpensa in un programma di arie celebri (“Andiamo all’opera!”).
Un incontro tra il Maestro Chailly e l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, al Teatro Rosetum mercoledì 6 dicembre alle ore 18, consentirà di approfondire ulteriormente la conoscenza dell’opera attraverso un dialogo informale ma appassionato tra i due musicisti.
Due tram ‘vestiti’ su ispirazione di “Andrea Chénier” viaggeranno per la città diffondendo il programma della manifestazione e biciclette elettriche a tre ruote (i Veloleo) dotate di cassa acustica trasmetteranno musica lirica in giro per le strade.
Il programma e l’intero palinsesto di Prima Diffusa 2017 sono disponibili su comune.milano.it/primadiffusa e presso l’InfoPoint dedicato alla manifestazione e allestito dal 27 novembre al 10 dicembre presso Palazzo Edison in Foro Buonaparte all’angolo con Piazza Cadorna.


Andrea Chénier, il capolavoro di Giordano che fu battezzato alla Scala nel 1896, vi manca dal 1985. Allora come oggi sul podio c’era Riccardo Chailly. Il maestro milanese, che nel 2018 festeggia i 40 anni dal debutto operistico con I masnadieri, ha diretto al Piermarini 18 opere coprendo un repertorio vastissimo che da Verdi spazia a Stravinskij e Prokof’ev, da Rossini a Puccini e, appunto, al verismo. Per questo 7 dicembre il M° Chailly incontra per la prima volta Mario Martone, regista esperto di affreschi storici in scena e sullo schermo. Se La morte di Danton di Büchner denunciava le derive della Rivoluzione, un film come Noi credevamo era una riflessione sulle delusioni di una generazione votatasi alla speranza di cambiamento. Con Margherita Palli, creatrice di tanti spettacoli ronconiani, Martone ha realizzato nel 2016 un fortunato allestimento de La cena delle beffe, sempre di Giordano, che ha segnato il primo passo nel processo di riscoperta del verismo alla Scala. Alla sua terza inaugurazione scaligera, e fresca dell’entusiasmo per La traviata che ha interpretato nei mesi scorsi, Anna Netrebko sarà Maddalena di Coigny dividendo il palcoscenico con il marito Yusif Eyvazov. Eyvazov, che ha recentemente debuttato nel ruolo a Praga, si è preparato in questi mesi con il M° Chailly mentre la sua carriera segna una serie di tappe importanti, da Don Carlo a San Pietroburgo a Radamès al Festival di Salisburgo con Riccardo Muti. Nei panni di Carlo Gérard torna alla Scala Luca Salsi, uno dei più emozionanti baritoni dei nostri anni, che in questa parte ha riscosso un grande successo personale alla Staatsoper di Monaco nel 2017.

Durata spettacolo: 2 ore e 35 minuti incluso intervallo


ELENCO SEDI PROIEZIONI IN DIRETTA

Municipio 1
Ottagono - Galleria Vittorio Emanuele II
a cura della Fondazione Teatro alla Scala
Teatro Dal Verme
Via San Giovanni sul Muro 2
Palazzo Litta Cultura
Corso Magenta 24
Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Viale Pasubio 5
Casa Circondariale di Milano San Vittore
ingresso riservato agli ospiti

Municipio 2
Auditorium Gaber
Palazzo Pirelli - Consiglio Regionale della Lombardia
Piazza Duca d’Aosta 3
Alma Rosé - Artepassante
Passante Ferroviario Repubblica
Piazza San Gioachimo
NH Milano Touring
Via U. I. Tarchetti 2
Villa Pallavicini
Via A. Meucci 3

Municipio 3
Auditorium Stefano Cerri
Via C. Valvassori Peroni 56

Municipio 4
Cine Teatro Delfino
Piazza P. Carnelli
Teatro Il Cielo Sotto Milano Artepassante
Stazione Ferroviaria del Passante di Porta Vittoria –Viale Molise

Municipio 5
Casa dell’Accoglienza ‘Enzo Jannacci’
Viale Ortles 69
Opera Cardinal Ferrari
Via G. B. Boeri 3
PACTA dei Teatri – Salone via Dini
Via U. Dini 7
MAMU Magazzino Musica
Via F. Soave 3

Municipio 6
Barrio’s
Piazza Donne Partigiane
BASE Milano
Via Bergognone 34
Istituto penale minorile Cesare Beccaria
ingresso riservato agli ospiti

Municipio 7
Spazio Teatro 89
Via Fratelli Zoia 89
Teatro Rosetum
Via Pisanello 1
Mare Culturale Urbano
Via G. Gabetti 15
Borgo Sostenibile Figino
Via G. B. Rasario 14, Figino

Municipio 8
Auditorium Enzo Baldoni
Centro Bonola

Via G. Quarenghi 21
Teatro Guanella
Via G. Duprè 19

Municipio 9
Teatro Maciachini
Via G. Bovio 5
Teatro della Cooperativa
Via Hermada 8
MIC Museo Interattivo del Cinema
Viale F. Testi 121
Aeroporto di Milano Malpensa
Terminal 1


Info: tel 02 72003744 - www.teatroallascala.org
Ufficio Stampa Teatro alla Scala: tel. +39 02 8879 2412  stampa@fondazionelascala.it - press@teatroallascala.org

Teatro alla Scala
Via Filodrammatici 2
20121 Milano

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 14 times, 1 visits today)
Condividi su:

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi